“Quando in Irlanda ti fermi ad ammirare un panorama, il tuo sguardo spazia su 360° come se potessi vedere tutto il mondo… e pensi che il mondo sia l’Irlanda.”
Uno dei paesi più affascinanti, magici e misteriosi d’Europa, ornata da scogliere alte e bellissime, su cui si infrangono le onde maestose dell’Atlantico. L’Irlanda è terra ricca di città culturalmente, architettonicamente e socialmente diverse come Dublino, Belfast, Galway… tutte da vivere e visitare!

Il viaggio che abbiamo pensato per voi vi permetterà di visitare tutti i luoghi più iconici e particolari dell’isola.

Seguendo le sue coste avrete modo di passare da città come Dublino a piccoli villaggi dal tetto di paglia, dalle scogliere di Moher alle immense brughiere del Connemara, dagli edifici futuristici di Belfast ai castelli più belli di sempre, dal verdissimo Ring of Kerry al paesaggio lunare del Burren… un viaggio ricco, che sarà in grado di sorprendervi ogni giorno sempre di più.

**********

Dettagli di viaggio

 

Durata del viaggio: 12 giorni / 11 notti

Trasporti: volo Ryanair Bergamo Orio – Dublino – Bergamo Orio + noleggio auto + traghetto

Sistemazione: in Hotel

Trattamento: pernottamento e prima colazione

 

**********

Programma di Viaggio

 

 

Giorno 1: Partenza con volo Ryanair da Bergamo Orio e arrivo a Dublino.

All’arrivo ritiro dell’auto a noleggio e possibilità di recarsi in hotel per lasciarvi i propri effetti personali. Consigliamo Holiday Inn Express in pernottamento e prima colazione.

A seconda dell’orario operativo voli: visita individuale di Dublino nel pomeriggio.

Città in continua evoluzione, mantiene le sue radici e ricorda le sue origini grazie ai suoi antichi monumenti e alle statue dei personaggi più famosi della sua storia come Oscar Wilde e James Joyce ma anche ai personaggi delle sue ballads come Molly Malone. I luoghi che vale la pena visitare a Dublino sono molti, prima fra tutte la St Patrick’s Cathedral, una delle pochissime chiese di origine protestante d’Irlanda. Costruita in stile gotico, secondo la leggenda venne eretta sul pozzo da cui San Patrizio prendeva l’acqua per battezzare i cristiani irlandesi. Il suo interno è monumentale, con una solennità senza pari, e custodisce circa 500 tombe di personaggi illustri dell’isola.

A poca distanza dalla cattedrale troverete il Castello della città. Costruito agli inizi del 1200 per volere di Giovanni I Re d’Inghilterra, è stato per anni simbolo dell’oppressione inglese sull’isola. Oggi il castello è sede di rappresentanza del governo e viene utilizzato durante le cerimonie ufficiali dello stato.

Continuate la vostra visita fermandovi al Trinity College, uno tra i più importanti centri di studi per il mondo anglofono. A poca distanza dal fiume Liffey, il college venne costruito per volere della regina Elisabetta I verso la fine del 1500. Elegante e ben curato, vanta tra i suoi allievi artisti come Oscar Wilde, Jonathan Swift, Samuel Beckett e Bram Stoker. Obbligatoria è la visita alla Biblioteca: una delle più belle e grandi al mondo. All’interno sono custoditi libri di origini antichissime, tra cui il Book of Kells, un manoscritto miniato realizzato nell’800 ca.

Dublino è anche la città della birra e dei pub. Imperdibile è quindi la visita è uno dei più famosi pub del posto: il Temple Bar. La zona è una delle più “vive” della città: di giorno affollata di mercatini e atelier, dove è possibile acquistare prodotti di ogni genere; di notte popolata da giovani alla ricerca di divertimento.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 2: Prima colazione in hotel.

Il mattino sarà dedicato alla città di Dublino. Possibilità di fare dello shopping, passeggiare per i parchi o visitare il Museo Nazionale d’Irlanda, con oltre 2 milioni di oggetti appartenenti alle diverse fasi della storia irlandese.

Nel primo pomeriggio partenza per Kilkenny.

All’arrivo sistemazione in hotel. Consigliamo l’hotel Pembroke in pernottamento e prima colazione.

Kilkenny è da sempre considerata uno dei gioielli medioevali d’Irlanda. Con le sue stradine medioevali, il Castello, i vicoli stretti e le botteghe di artigiani, la città sembra essersi fermata nel tempo, un luogo incantato, quasi fiabesco, dove leggende di streghe e maghi incantano ancora i turisti e i curiosi. Tra le leggende che animano la città, quella più conosciuta accadde nel 1300 quando Alice Kyteler, proprietaria del Kyteler’s Inn, sospettata di essere una strega, venne accusata e condannata alla morte sul rogo. La donna, però, riuscì a fuggire sostituendosi con la sua ancella e lasciandola bruciare al posto suo. Da quel momento Alice Kyteler scomparì e si dice che ancora oggi il suo spirito aleggi nella casa.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Rientro in hotel per il pernottamento.

 

Giorno 3: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza verso Killorglin, città nota per il Puck Fair che si tiene ogni anno ad agosto e dove viene incoronato un capro come Re della Festa. Durante in tragitto consigliamo di sostare per visitare la rocca di Cashel Cork e il Castello di Cahir.

La Rocca di Cashel è una delle più importanti e leggendarie del sud Irlanda, famosa per essere il luogo dove San Patrizio convertì il Re Aenghus dei Munster. La leggenda vuole che il santo, durante il battesimo del Re, gli abbia accidentalmente trafitto il piede con il suo pastorale ma quello, pensando facesse parte della cerimonia, la interpretò come una specie di “prova”. La maggior parte dei resti della rocca sono datati al 12esimo/13esimo secolo, ma questa ha origini ancora più antiche ed è sicuramente uno dei migliori esempi di architettura Celtica di tutta l’Europa.

Il Castello di Cahir è uno dei più grandi castelli d’Irlanda, ricostruito a partire dal 13esimo secolo dagli O’Brien come sistema difensivo contro gli attacchi dei nemici. “Ricostruito” perché in realtà le basi della fortezza vennero piantate ancora prima di Cristo, in epoca gaelica. Il suo nome infatti, deriva dal Gaelico “Cathair Dhun Lascaigh” che significa “La Fortezza del Pescatore”. Purtroppo dell’aspetto che la fortezza aveva in quegli anni, non ne rimane quasi nulla, ma visitando il castello, vi sembrerà di tornare comunque indietro nel tempo grazie alle torri, alle mura, al fiume e al piccolo villaggetto circostante.

All’arrivo a Killorglin sistemazione in hotel. Consigliamo l’hotel Torine House in pernottamento e prima colazione.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Rientro in hotel per il pernottamento.

 

Giorno 4: Prima colazione in hotel.

La giornata di oggi sarà interamente dedicata alla visita del famoso Ring of Kerry, un circuito meraviglioso che percorre tutta la penisola di Iveragh, con i suoi luoghi spettacolari tra montagne, laghi e scogliere a picco sull’oceano: 200km di strada che riassumono in sé tutta la tipicità del paesaggio irlandese. Lungo questo verde percorso non troverete mete turistiche da visitare, ma una serie di piccoli villaggi, laghetti azzurri, colline e scorci meravigliosi, perfetti per soste fotografiche o per fermarsi ad ammirare la natura incontaminata della zona.

Punto più importante del Ring of Kerry è sicuramente il Killarney National Park nato nel 1932 con lo scopo di proteggere e preservare uno degli habitat più preziosi d’Irlanda.

 

Pranzo e cena liberi.

Rientro in hotel per il pernottamento.

 

Giorno 5: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza verso il villaggio di Adare, famoso per essere uno dei villaggi più graziosi d’Irlanda con i suoi cottage dal tetto di paglia. Proseguite poi verso il Castello di Bunratty, fortezza normanno-irlandese costruita sulle sponde del fiume Ratty, da cui deve il suo nome. Questa si trova nel mezzo del “Bunratty Folk Park”, una ricostruzione dei tipici ambienti rurali irlandesi: abitazioni, strade, negozi, scuole… da visitare potrebbe risultare forse un po’ “kitch”, ma è l’ideale per chi viaggia con bambini e ragazzi.

Proseguite poi verso le meravigliose scogliere di Moher per godervi un paesaggio senza eguali: 214 metri a strapiombo sul mare, tappa fondamentale da includere in un primo viaggio in Irlanda. Passate attraverso la zona del Burren per giungere a Galway: qui vi si aprirà davanti un paesaggio lunare, un tavolato calcareo completamente spoglio di vegetazione. Unico in Europa e nel Mondo, il suo nome vuol dire “Terra Rocciosa” e sebbene oggi sia pressoché deserto, questa zona era abitata in tempo preistorico: lo testimoniano le numerose tombe sotterranee, i dolmen e i forti circolari in pietra che si possono trovare nella regione.

All’arrivo sistemazione in hotel e pernottamento. Consigliamo l’hotel Galway Bay in pernottamento e prima colazione.

Galway non è forse tra le città più “visitate” dell’Irlanda, la maggior parte dei turisti fa tappa a Galway per raggiungere altre destinazioni come il Connemara o le isole Aran, però è città perfetta per trascorrere un pomeriggio in tranquillità e per “lasciarsi andare” un po’ e vivere la realtà cittadina. Passeggiate per il suo centro storico: qui potrete vedere il pittoresco Lynch’s Castle o la chiesa di San Nicola. Perdetevi fra le sue vie: ad attendervi ci saranno artisti di strada, ballerini, pub dalle facciate colorate, negozietti e bancarelle dove poter fare acquisti.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 6: Prima colazione in hotel e partenza per Rossaveal.

Da lì prendete il traghetto per raggiungere Kilronan, il villaggio principale dell’isola di Inishmore, nelle Isole Aran. Si pensa che le Isole si siano formate da una piattaforma calcarea staccatasi sott’acqua dal resto del Burren e che siano state abitate per molti secoli da una leggendaria tribù celtica: i Firblogs. Qui troverete usi e costumi di un tempo, le antiche tradizioni e la lingua gaelica.

Rientro in traghetto nel tardo pomeriggio a Rossaveal e rientro a Galway.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Rientro in hotel e pernottamento.

 

Giorno 7: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza verso Ballina. Per arrivarci, prendete il tragitto passando per Clifden: attraverserete una regione selvaggia, il Connemara, caratteristica per i suoi muretti in pietra, piccole fattorie, brughiere selvagge e coste pittoresche. Consigliamo di visitare il Connemara National Park, 2000 ettari di torbiere, montagne e brughiere, solcati da una vasta serie di sentieri che attraversano vallate e alture con percorsi a diversi livelli di difficoltà. Poco distante dal parco si trova la Kylemore Abbey un edificio unico e commovente, incastonato nell’impressionante paesaggio montano.

All’arrivo a Ballina sistemazione in hotel. Consigliamo Ice House Hotel & SPA in pernottamento e prima colazione.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 8 + 9: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza per il Donegal.

All’arrivo sistemazione in hotel. Consigliamo il Castle Grove Country House in pernottamento e prima colazione.

A questa zona saranno dedicati 2 giorni interi per poter esplorare i luoghi di questa meravigliosa contea il cui fascino risiede nella bellezza naturale della costa, con penisole esposte al vento, costiere a precipizio e una miriade di spiagge dorate. Il nome “Donegal” significa “Forte degli Stranieri” perché nel IX secolo la città era una roccaforte vichinga, ma in effetti questa regione è anche uno dei luoghi più visitati del paese. Qui troverete zone isolate, strade strette, una wildlife perfettamente conservata e molto altro!

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 10: Prima colazione in hotel.

Mattinata a disposizione per altre attività, per il relax o lo shopping.

Nel pomeriggio partenza per la Giant Causeway, nella parte Inglese dell’Irlanda. La Giant Causeway venne così chiamata perché la leggenda vuole che un gigante Irlandese, Fionn McCumhaill, dopo aver subito l’ennesimo insulto da un suo simile scozzese, Benandonner, decise di creare un sentiero che lo condusse fino in Scozia per risolvere una volta per tutte le controversie con il suo nemico. Il sentiero in questione venne però distrutto dallo stesso Benandonner ancora prima che venisse terminato e quello che ne rimase all’ora, oggi è la Giant Causeway. Al di là di miti e leggende, si pensa che il fenomeno si sia formato grazie all’erosione vulcanica della zona che ne ha creato le sue 40000 colonne esagonali, quasi 60 milioni di anni fa. Dichiarato patrimonio dell’umanità dalla UNESCO, questo punto dell’Irlanda è sicuramente un “must see” all’interno del vostro itinerario.

Sistemazione in hotel. Consigliamo il Carately Lodge Ballycastle in pernottamento e prima colazione.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 11: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza per Belfast.

All’arrivo sistemazione in hotel. Consigliamo il Crowne Plaza Hotel in pernottamento e prima colazione.

Belfast è sicuramente fra le città più moderne e grandi d’Irlanda, elemento di rottura rispetto a quanto visto fino ad ora all’interno del nostro viaggio. Visitate il Cathedral Quarter, ossia una delle zone più antiche della città: il quartiere pedonale con pub e negozi ospita anche la chiesa più importante della città, ossia la romanica Cattedrale di Sant’Anna.

Immancabile, poi, la visita del City Hall, il municipio, centro del potere politico della città, che domina lo skyline di Belfast con le sue quattro torri. Costruito in stile barocco il suo interno è ricco di sfarzi sin dall’ingresso. Consigliamo in ultimo la visita della West Belfast, in cui ancora è visibile la storia violenta dei Troubles grazie ai murales che ne ripercorrono la sanguinosa vicenda.

 

Pranzo e cena in autonomia.

Pernottamento in hotel.

 

Giorno 12: Prima colazione in hotel.

Al mattino partenza per Dublino.

A seconda dell’orario operativo voli, possibilità di fare dello shopping nella capitale irlandese.

Rilascio dell’auto in aeroporto in tempo utile per il volo Ryanair di rientro in Italia.

 

 

Fine dei Servizi.