Lasciati incantare dalla Giordania!
Una terra antica, madre e culla di diverse culture, che racchiude una spettacolare pluralità di luoghi mozzafiato che vanno dalla Valle del Giordano, fertile e sempre mutevole, al deserto del Wadi Rum con la sua terra rossastra, immenso e silenzioso. In questa ricca terra si potranno visitare splendidi castelli o rilassarsi alle terme del Mar Morto, oppure meravigliarsi davanti all’incredibile Petra, città scavata nella roccia, una delle sette meraviglie del mondo moderno, dichiarata patrimonio mondiale dall’UNESCO!

 

Tutto questo lo abbiamo racchiuso in un unico viaggio!

Punto di partenza di questa esperienza sarà Amman, capitale del paese, non prettamente turistica, ma con qualche asso nella manica. Proseguiremo poi verso antiche città per esplorarne la storia, come ad Ajlun, e ritroveremo parte della nostra in altre, come a Jerash. Passeremo per Madaba, saliremo sul Monte Nebo, visiteremo Kerak per poi arrivare al pezzo forte del viaggio: la meravigliosa e unica Petra. Passeremo poi dalle sabbia rossa del deserto Giordano, il Wadi Rum, per terminare con il bianco sale delle punto più basso del pianeta, il Mar Morto.

 

**********

 

Dettagli di Viaggio

Durata: 7 giorni/6 notti

Trasporti: volo Ryanair Bergamo – Amman – Bergamo + trasferimenti privati

Sistemazione: in Hotel

Trattamento: mezza pensione

 

**********

 

Programma di Viaggio

 

Giorno 1: Partenza con volo Ryanair dall’aeroporto di Bergamo Orio per Amman.

All’arrivo trasferimento privato in hotel e tempo a disposizione per sistemazione nelle camere. Consigliamo hotel Landmark in trattamento di mezza pensione.

A seconda dell’orario operativo voli: possibilità di effettuare una visita individuale della città.

Capitale della Giordania, Amman vi si presenterà come la classica metropoli araba: molto caotica ed affollata, con moschee e minareti che si innalzano fra i tetti delle case bianche e gialle, souq grandi e piccoli strabordanti di gente e muezzin che intonano canti di preghiera dal mattino presto.

Sebbene Amman non sia considerata città turistica ma, il più delle volte, mero “punto di partenza” per raggiungere altre destinazioni, al suo interno nasconde piccoli tesori come il Teatro Romano, nella zona bassa della città, con 6000 posti a sedere, è considerato uno dei teatri più belli del Medio – Oriente. Continuate la vostra visita salendo verso la Cittadella, con le sue maestose colonne, testimoni della storia e del susseguirsi di epoche e dominazioni. Sicuramente di grande interesse storico, la Cittadella offre anche una vista panoramica mozzafiato sull’intera città. Infine: come nella maggior parte delle metropoli arabe, anche qui gli abitanti passano le loro giornate rilassandosi, pregando e concludendo affari. Visitate uno dei numerosi Souq per comprare oggetti di artigianato o piccoli souvenir.

 

Rientro in hotel.

Cena e pernottamento.

 

Giorno 2: Prima colazione in hotel e partenza per escursione fuori porta verso Ajlun e Jerash.

Ad Ajlun avrete la possibilità di visitare il famoso Castello di Saladino ovvero “Qal’at Ar-Rabad”. Il Castello venne costruito nel 1184 d.C. per scongiurare l’invasione di Ajlun da parte dei popoli rivali. La sua posizione gli consentiva non solo la difesa ma anche un vantaggio economico sostanziale: grazie al dominio che riusciva a esercitare sulle tre principali rotte che conducevano alla Valle del Giordano, infatti, esso riusciva a gestire in prima persona i flussi commerciali tra Giordania e Siria. In epoca di massimo splendore il castello era dotato di 5 torri, spesse mura, un ponte levatoio e un fossato largo 16 metri e profondo 15. Oggi ne possiamo solo vedere i resti, eppure questo rappresenta uno degli esempi meglio conservati di architettura militare arabo-islamica di epoca medioevale. Al suo interno si nasconde un labirinto di scale, stanze, aree private e passaggi “segreti”.

Proseguiamo verso Jerash per visitare le rovine di quella che una volta era conosciuta come “Antiochia sul Fiume d’Oro”. Inizialmente costruita dai greci, nel 63 a.C. venne totalmente rivoluzionata dai romani che ne fecero uno dei centri più importanti del Medio – Oriente non solo per il commercio ma anche per la cultura. Visitare le rovine di Jerash è un’esperienza da non perdere in Giordania. In particolare vi segnaliamo: l’Arco Adriano, la grande Piazza Ovale con tutto il suo Colonnato, il Tempio di Artemide e l’Anfiteatro Greco.

Pranzo in corso di escursione.

 

Rientro ad Amman.

Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 3: Prima colazione in hotel e partenza verso Madaba, “la città dei mosaici”, nota soprattutto per un mosaico in particolare: quello custodito nella Chiesa di San Giorgio raffigurante una grande mappa della Palestina di epoca bizantina. Una delle più antiche al mondo. Molto interessante è notare come il territorio sia cambiato nel corso dei secoli: guardando alla mappa, ad esempio, si può notare come il Mar Morto in realtà fosse navigabile, alimentato dalle acque del fiume Giordano.

Proseguite verso il Monte Nebo luogo di culto molto importante essendo che qui si pensa venne seppellito Mosè dopo il lungo viaggio verso la terra promessa. Dal monte, potrete anche godere di una meravigliosa vista panoramica sul Giordano, tanto che potrete scorgere anche la città di Gerusalemme.

Il viaggio continua con la visita della città fortificata di Kerak, dove vennero decise le sorti delle nazioni. Kerak è infatti una antica roccaforte dei crociati situata a 900 metri sopra il livello del mare. Si tratta di una città fortificata circondata da una cinta muraria all’interno del quale si trovano case, ristoranti, luoghi di intrattenimento, antichi edifici e il Castello Crociato, con le sue volte in pietra e i passaggi sotterranei.

Pranzo in autonomia.

Proseguimento per Petra. All’arrivo sistemazione in hotel. Consigliamo l’hotel Moevenpick Nabatean Castle in mezza pensione.

 

Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 4: Prima colazione in hotel.

Intera giornata dedicata alla visita della città di Petra, della “la città rosa”.

Petra deve tutto il suo splendore al popolo nomade che si stabilì qui a cominciare dal VI secolo a.C.: i Nabatei. Abili commercianti e costruttori fecero di Petra un centro di scambi e una città decisamente moderna rispetto alle altre dell’epoca. Le relazioni commerciali dei Nabatei si estendevano dall’Asia al Mediterraneo e si scambiavano seta, profumi, incenso e spezie. Il declino di questo impero iniziò con la crescita di altri due vicini: quello Egiziano e quello Siriano; e terminò con il 106 d.C. quado Petra venne conquistata e annessa all’Impero Romano. Nonostante la gloria di quell’epoca ormai sia storia passata, a Petra si può ancora avere la sensazione della grandezza di quell’impero. Camminando per il “Siq” si può ancora avere l’impressione di entrare in un mondo antico e nuovo, di un altro tempo, pronto a raccontarci la sua immensa storia col silenzio della sua bellezza.

Una volta entrati nel sito archeologico vi basterà seguire la strada che si farà via via sempre più stretta fino a trasformarsi nel famoso “Siq”: una stretta via scavata tra immense pareti rocciose color pesca. È proprio questa strada che vi condurrà al Tesoro di Petra, costruito direttamente dalla roccia, quais come se l’intera struttura fosse in realtà parte di essa. La sua funzione originaria era probabilmente quella di tomba per il re nabateo Aretas III, ma successivamente venne utilizzato come tempio. Il suo nome deriva dalla credenza popolare secondo cui il re nabateo vi abbia qui nascosto un tesoro vero e proprio (infatti, sulla facciata sono visibili diversi segni di forzature dovuti alla ricerca disperata di questa fantomatica “fortuna”).

Percorrete poi la strada a scalini per raggiungere l’Altare del Sacrificio: la vostra fatica sarà ricompensata da una vista incredibile su tutto il complesso archeologico. Una volta scesi proseguite la vostra visita verso il Teatro, costruito nel I secolo d.C. e forse uno dei teatri più grandi dell’epoca, e le Tombe Reali. Seguite poi il sentiero e affrontate i circa 800 scalini per raggiungere il Monastero: uno dei complessi più grandi di tutto il sito archeologico con i suoi 45 metri di larghezza e 50 di altezza.

Pranzo in autonomia.

 

Rientro in hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 5: Prima colazione in hotel e partenza per il deserto del Wadi Rum, inconsueto ed affascinante, con la sua sabbia rossa e le imponenti pareti rocciose.

Qui potrete partecipare a un’escursione in Jeep 4×4 di due ore per visitare i panorami mozzafiato di questo luogo.

Il vostro viaggio continua verso il Mar Morto, chiamato “Bahe Lut” ossia “Mare di Lot”, il punto più basso al mondo: circa 400 metri sotto il livello del mare!

Il Mar Morto ha una salinità superiore di 10 volte quella degli oceani dovuto al fenomeno di evaporazione dell’acqua: ogni anno evaporano due metri cubi di acqua dei quali solo la metà viene restituita (motivo per cui il Mar Morto è purtroppo destinato con gli anni a scomparire). La salinità delle sue acque è nota per diversi aspetti “benefici”, consigliamo quindi una esperienza di totale relax.

Prima di dedicarsi ai bagni: sistemazione in hotel. Consigliamo l’hotel Holiday Inn Resort Dead Sea in mezza pensione.

 

Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 6 : Prima colazione in hotel.

Giornata dedicata al relax e al benessere sul Mar Morto.

 

Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 7: Prima colazione in hotel.

Trasferimento ad Amman in tempo utile per il volo di rientro su Bergamo Orio.

 

 

Fine dei servizi.